16/10/14

Un serpente di pannelli solari per produrre energia pulita

Un enorme struttura che ricorda un serpente ricoprirà oltre 20 chilometri del tratto autostradale che collega la cittadina di Santa Monica, nel centro di Los Angeles (California) al mare. Ma le “squame” saranno costituire da pannelli solari per produrre energia senza spreco di spazio. È un’idea del giovane architetto svedese Mans Tham, che ha dato vita al progetto “Solar serpente in paradise”, un tunnel tappezzato da circa 600 mila pannelli fotovoltaici, ognuno di 1,6 metri quadrati.
Il progetto sfrutta proprio le grandissime dimensioni della strada (10 corsie) e con i suoi 40 metri di larghezza potrà produrre ogni anno circa 150 GWh, quantità sufficiente a soddisfare il consumo energetico di tutte le abitazioni di una cittadina come Venice (Los Angeles).
Le autostrade potrebbero essere così un grandissimo potenziale per l’energia solare: la rete autostradale teoricamente sfruttabile per produrre energia pulita nella contea di Los Angeles è di circa 800 chilometri. Secondo Tham, infatti, le autostrade sono il luogo ideale per installare i pannelli solari perché sono sempre esposte al sole (non essendo dotate di alcun tipo di ombreggiatura). Anzi, una copertura a tunnel servirà anche per proteggere le auto dal calore, diminuendo la necessità dell’aria condizionata. L’aria ricca di anidride carbonica delle strade, inoltre, potrebbe essere convogliata con speciali pompe in appositi laghetti di alghe poste ai margini: si potrà così produrre biocarburanti utilizzabili dagli abitanti della zona. Lungo il tratto in questione sono previste anche stazioni di ricarica per le auto elettriche, anch’esse alimentate dall’energia solare prodotta dai pannelli.
Il costo della copertura del tratto autostradale di Santa Monica è stimato in circa 350 milioni di euro.
Sul sito di Mans Tham le immagini del serpente solare e il progetto delle alghe