18/02/14

Eco Wash Ball: il lavaggio ecologico senza detersivi

Nasce dallo studio delle proprietà detergenti dei minerali naturali un prodotto in grado di eliminare l’utilizzo dei detersivi per i lavaggi in lavatrice. Con un risparmio notevole per il portafoglio e tantissimi materiali inquinanti in meno nei nostri fiumi, laghi e mari.
Si tratta di una palla con un guscio in Tpe, materiale tipo gomma riciclabile che combina le proprietà delle gomme termoindurenti alla flessibilità dei materiali termoplastici. All’interno del guscio sono contenuti più di 80 minerali naturali (come sodio, calcio, ferro, silicio, potassio, magnesio). Questi minerali sono combinati all’interno di  quattro sfere ceramiche situate all’interno dell’involucro esterno. La palla va inserita nel castello della lavatrice insieme alla biancheria separata per colore.
Ogni singola sfera ha funzioni specifiche differenti per ottimizzare il lavaggio e l’igienizzazione del bucato. Due magneti situati all’esterno assicurano la prevenzione dalla ruggine, la diminuzione dell’indurimento dell’acqua, l’aumento dell’ossigeno disciolto che elimina impurità e cattivi odori.
La magnetizzazione dell’acqua, inoltre, riduce la formazione e la proliferazione dei batteri migliorando la sterilizzazione del bucato.
Ogni palla è in grado di effettuare mille lavaggi e costa attorno ai 15 euro (tre anni di durata con un lavaggio al giorno).
I vantaggi dell’utilizzo di prodotti naturali sono notevoli sia in termini economici, sia in termini di salute e benessere (vengono evitate le reazioni allergiche della pelle), sia in termini di impatto ambientale: oltre a evitare di introdurre nelle falde freatiche prodotti inquinanti, la Bio Wash Ball permette anche un notevole risparmio energetico: l’attivazione dei suoi principi attivi naturali non necessita di alte temperature, anche per i capi bianchi è sufficiente impostare una temperatura di lavaggio massima di 50°. Questa nuova tecnologia rappresenta una valida alternativa all’utilizzo delle noci di palma da sapone indiana (il frutto della Sapindus Mukorossis). L’utilizzo intensivo di questa pianta è infatti all’origine di una deforestazione di massa delle foreste indiane e nepalesi.
Per mantenere efficiente la Bio Wash Ball è sufficiente esporla al sole per due ore al mese, al fine di rigenerare le sfere di ceramica. Quando non è utilizzata in lavatrice, la Bio Wash Ball può essere tenuta in frigorifero: aiuterà a mantenere freschi carni, pesci, frutta e verdura.