11/11/13

Tutti in palestra per produrre energia

L’attività fisica non è benefica solo per gli atleti che la praticano ma fa bene anche all’ambiente. Nella cittadina di Hull, in Inghilterra, nella primavera del 2011 è nata Green Heart, una palestra all’aperto nello Shaw Park dove cyclette, tapis-roulant e bilancieri servono per accumulare e distribuire energia pulita.


Così i cittadini di Hull hanno un motivo in più per iscriversi in palestra: contribuire a immettere energia nella rete cittadina, un dato che è possibile monitorare in qualsiasi momento grazie al “People Power Display”, che mostra in tempo reale quanta energia si sta producendo con il gruppo dei presenti. In poco più di un semestre, Green Heart ha prodotto circa 40 mila chilowattora per le abitazioni di Hull, un dato talmente incoraggiante da far pensare alla The Great Outdoor Gym Company di  aprire palestre simili in tutto il resto del Regno Unito.
L’idea di sfruttare l’energia l’energia prodotta dallo sforzo di chi si allena nelle palestre era stata presentata anche al salone del fitness di Rimini. In tutto il mondo, le attrezzature delle palestre sono circa un milione e 500 mila: l’energia prodotta potrebbe essere sufficiente ad alimentare 15 mila abitazioni.