17/09/12

Nokia Lumia 610, il primo smartphone dal prezzo vantaggioso

Tra tutti gli smartphone tra cui si può scegliere al giorno d’oggi, Nokia Lumia 610 è il primo che si colloca in una fascia bassa di prezzo, insieme a Sony Xperia U: 199 euro per entrambi.


Le caratteristiche di Nokia Lumia 610:
  1. Dimensioni compatte: 131 grammi di peso e 12 millimetri di spessore
  2. Velocità e reattività: buone
  3. Facilità d’uso: ottima
  4. Risoluzione schermo: 480x800
  5. Display: 3-7 pollici
  6. Ram: 256 Mb
  7. Fotocamera: 5 megapixel
  8. Memoria di massa: 8 Gb
Il design è classico: un bordo metallico che incornicia una morbida plastica disponibile nei colori metalizzati nero, bianco, azzurro o magenta. È dotato di Windows Phone 7 con un interfaccia a “quadrettoni”, la stessa che arriverà sul pc con il prossimo Winwows 8. Le app nate per Window Phone girano senza problemi. Qualche rallentamento per quelle da scaricare da Marketpalce, vista la potenza ridotta del processore Qualcomm Snapdagon S1 7227A da 800 Mz. La ram di soli 256 Mb non permette invece di scaricare app come Skype e Angry. Ottima la parte telefonica e i software esclusivi, come Nokia Drive, un navigatore Gps a guida vocale.
La navigazione Web con Explorer 9 ha una velocità accettabile. L’auricolare, negli stessi colori del telefonino, ha un cavo piatto che non si attorciglia. Disponibili le cover di protezione nei cinque colori.
Il 610 è il più economico della famiglia Lumia, che propone anche i modelli 700, 800 e 900.

05/09/12

Il panda del Wwf diventa tecnologico

Ora esiste un nuovo modo di essere soci del Wwf che permette di risparmiare sulla produzione della carta e avere minore impatto sul pianeta. Si tratta del “Socio Paperfree”, la “specie digitale” fra i sostenitori del Wwf.


Da quest'anno, infatti, è possibile iscriversi al noto fondo internazionale in maniera digitale, senza produzione di materiale cartaceo. Grazie a Wwf Paperfree i soci possono twittare o postare il loro sostegno. Con la App per smartphone e tablet che si riceverà, inoltre, si potrà essere informati in tempo reale sulle attività e essere coinvolti nelle principali campagne del Wwf ovunque ci si trovi .
Per la categoria Paperfree è previsto il pagamento dell’iscrizione annuale con rate mensili, bimestrali o annuale attraverso domiciliazione bancaria.
Le risorse risparmiate limitando il consumo di carta saranno investite dal Wwf nei propri progetti (www.wwf.it/paperfree).
E, per ribadire il matrimonio del panda con il web, anche le Oasi Wwf partecipano alla prima edizione italiana del concorso fotografico internazionale “Wiki Love Monuments”, promosso da Wikimedia Italia per documentare e proteggere il patrimonio culturale del nostro paese. Tra i monumenti che i partecipanti dovranno fotografare nel mese di settembre, infatti, compaiono anche le Oasi del Wwf (l’elenco completo dei monumenti si trova sul sito del concorso: www.wikilovesmonuments.it)