11/07/12

I readers da portare in vacanza

Kindle Touch
Sicuramente state sognando le vacanze e i momenti di ozio sotto l’ombrellone. Con un buon libro in mano. O meglio, con in mano un e-book reader, una sorta di tablet, ma più piccolo e leggero, per leggere gli e-books, i libri elettronici.
Fra gli e-books reader, o e-reader o, ancora più semplicemente, reader, tra cui scegliere se volete rinunciare al fascino della carta stampata a favore della comodità e del minor peso in valigia, il Kindle di Amazon è sicuramente il più famoso.
Il modello più recente, Kindle Touch (189 euro su amazon.it) pesa 220 grammi ed è completamente touchscreen, a parte l’unico tasto che serve per tornare alla schermata iniziale. 
Per sfogliare le pagine basta un solo tocco, ha 4 Gb di memoria sufficienti per archiviare 3 mila libri. 
Prs-T1
Completamente sincronizzato con i servizi Amazon, permette di comprare e-book senza passare dal pc, sincronizzare segnalibri con altri dispositivi (iPad, smartphone e altri Kindle) e ricevere documenti dal pc. 
Di contro, è possibile leggere e-book acquistati esclusivamente su Amazon. La sim Vodafone in dotazione permette di collegarsi senza spese in tutti i paesi del mondo, ma esclusivamente al sito di Amazon, mentre per navigare è necessario il wi-fi.
Altro e-reader completamente touchscreen è il Prs-T1 della Sony (170 euro su Sony.it). Leggerissimo (168 grammi), versatile e veloce, è compatibile con tutte le librerie online tranne Amazon. Ottima gestione dei file in formato Pdf, ma poco integrato con i servizi web.
Cybook Odyssey
La libreria italiana Feltrinelli ha scelto invece di allearsi con un autorevole compagnia francese, la Bookeen, per proporre il  Cybook Odyssey, primo e-reader a usare la tecnologia High Speed Ink System, che unita al processore da 800 Mhz consente maggior rapidità. 
Lo screen touch consente movimenti a due dita per lo zoom e sono disponibili due tasti per sfogliare le pagine.
Se invece si è disposti a rinunciare allo schermo touch, si può sempre contare sul Kindle normale, che funziona perfettamente e costa appena 99 euro.

05/07/12

Con OverBlog il futuro del blog è già realtà

Arriva anche in Italia la nuova piattaforma di OverBlog rilasciata meno di un mese fa negli Stati Uniti e da una settimana in altri quattro paesi europei. Con questa nuova piattaforma, OverBlog mette in campo una rivoluzione nel concetto di blog, che si trasforma così in un vero e proprio social magazine, grazie a una serie di strumenti pensati per facilitare l’integrazione con il social web.
Il nuovo progetto è stato presentato al BlogWorld & New Media Expo 2012 e ha ottenuto subito un enorme successo di stampa e critica. Alcuni top blogger statunitensi, come Robert Scoble, Jason Falls e la star di YouTube, Keenan Cahill hanno manifestato il loro interesse verso il progetto, annunciando pubblicamente la decisione di passare alla piattaforma OverBlog. A darne notizia per primi sono stati Fox News e TechCrunch Usa e Japan, seguiti in Italia da Repubblica e Vanity Fair.
La nuova piattaforma è stata ripensata partendo da un progetto di crowdsourcing che ha visto impegnati 500 top blogger europei: i risultati del brainstorming sono stati utilizzati da 30 ingegneri della divisione R&D di OverBlog Europa per ripartire da zero con lo sviluppo. Un lavoro di nove mesi che si è posto l’obiettivo di superare il problema della frammentazione dei contenuti prodotti dagli utenti del web.
Come ha spiegato Paolo Mulè, Country Manager di OverBlog Italia, “Per competere su un mercato internazionale il cui scenario negli ultimi anni è mutato radicalmente a seguito della massiccia diffusione dei social network, abbiamo scelto di riscrivere la nostra piattaforma da zero. Abbiamo immaginato un prodotto capace di sfruttare al massimo il potenziale dei social media, integrandosi con essi al 100% non solo in fase di condivisione, ma soprattutto in fase di creazione dei contenuti (ciò che chiamiamo Social Hub). Abbiamo realizzato OverBlog facendo nostro il mantra degli hacker: "KISS" (Keep it simple, stupid!). Il risultato è un prodotto che, nella sua semplicità d’uso, garantisce piena flessibilità all’utente. Gli sviluppatori hanno fatto un lavoro straordinario".
OverBlog è stata fondata in Francia nel 2004 e subito si è imposta come prima piattaforma di blogging e secondo social network dopo Facebook. Ospita 3 milioni di blog in 5 lingue e 34 milioni di utenti unici al mese. In Italia conta 45 mila blog con un milione e mezzo di visitatori unici al mese. A fine settembre sarà rilasciata la versione 1 che supporterà funzioni di revenue share con gli utenti, un’app mobile per consentire il video live streaming sul proprio blog, statistiche di traffico e nuovi layout per l’interfaccia grafica.

Articolo sponsorizzato