16/05/12

Webcam puntate sui nidi delle aquile

L’aquila calva, il simbolo degli Stati Uniti d’America, rischia l’estinzione. E gli americani stanno correndo ai ripari impiantando nidi in varie parti del paese. Il Raptor resource projet, un progetto no-profit specializzato nella tutela e nella conservazione di falchi pellegrini e aquile, mantiene dal 1988 siti protetti in cui i rapaci possono costruirsi da soli i nidi per la riproduzione.
Gli uccelli monitorati, purtroppo ancora molto pochi, vengono seguiti e curati dalle ferite riportate dopo le lunghe rotte migratorie, il loro stato di salute è continuamente tenuto sotto controllo grazie a prelievi di campioni di sangue e ai nidi viene assicurato il miglior habitat per favorire la riproduzione.
L’operato del gruppo è caratterizzato dalla filosofia di diffondere in maniera capillare al pubblico il proprio operato, attraverso letture pubbliche e programmi educativi sull’argomento. Sfruttando la potenzialità delle nuove tecnologie, il Raptor resource projet ha installato una serie di webcam nascoste che riprendono i nidi dei rapaci, in modo da monitorarne costantemente il comportamento. E da un anno a questa parte, le riprese delle webcam sono state messe a disposizione su una pagina Internet appoggiata al sito UStream, dove milioni di persone posso seguire in diretta le giornate di questi magnifici rapaci nell’attesa del fatidico momento della schiusa delle uova. Il progetto ha avuto un tale successo che nel mese di febbraio del 2011, in occasione della posa delle uova, il sistema ha avuto un crash di due ore per i troppi accessi.
L’evento tanto atteso si è verificato l’anno scorso in un nido situato nello stato dello Iowa: milioni di spettatori hanno potuto assistere alla schiusa e alla nascita dei piccoli aquilotti.

Live streaming by Ustream

Ma, grazie appunto al monitoraggio continuo da parte del pubblico, recentemente si è potuta salvare una tragedia: alcuni spettatori, infatti, seguivano lo streaming proprio nel momento in cui un aquila adulta è piombata su un nido che ospitava due aquilotti nati da poco. I piccoli malcapitati sono stati afferrati dagli artigli del predatore e gettati a terra, con un salto nel vuoto di almeno 12 metri. Gli utenti collegati in quel momento che hanno assistito alla scena si sono prontamente messi in contatto con i responsabili, che sono subito intervenuti in soccorso. Gli aquilotti feriti sono stati portati in strutture specializzate e curati per lungo tempo, fino alla loro completa guarigione. Nel momento delle dimissioni dalla casa di cura, ad attenderli per salutarli, c’cerano centinaia di spettatori che avevano seguito con passione il loro incidente e la loro lunga degenza.

5 commenti:

  1. che bello!!! io ho appena monitorato la schiusa delle uova dei merli sulla mia finestra!!

    RispondiElimina
  2. Che bello!!! Anche io voglio vedere l'aquila calva in diretta! :D

    RispondiElimina
  3. Il grande fratello per le aquile?

    RispondiElimina
  4. è vero! è il grande fratello dei rapaci...
    m.c.

    RispondiElimina